La Ramona - Agriturismo

Storia

Storia

La famiglia Fabbri si stabilisce nel fondo Ramona nel 1952, proveniente da un podere di alta collina dove la conformazione e l'aridità del terreno richiedeva fatiche inumane e offriva raccolti miseri, indusse sucessivamente a cercare una migliore sistemazione, che si trovò sulle prime colline faentine.
Rimaneva comunque il problema di una famiglia relativamente numerosa, che faticava a sbarcare il lunario, in un podere dalle dimensioni inadeguate alla forza lavoro.

Nel 1952 Ezio e Maria si trasferiscono a Reda, sul fondo Ramona, con un contratto di mezzadria. Successivamente nacque Graziello e poi Imelde, che con il passare degl'anni, diedero vita ad altrettante famiglie.

Nel 1999 il proprietario del podere propone la vendita e Graziello, supportato dalla moglie Oriella, decide l'acquisto. Il podere coltivato a frutteto e vigneto a stento riesce a dare sufficiente reddito per una conduzione tranquilla.

Nel 2000 si da inizio alla conversione biologica, sfruttando anche le risorse finanziarie del caso, ma il mercato non risponde adeguatamente e il sistema scricchiola.

Nel 2002, per avere altre opportunità, si tenta la via della complementarietà . Si da inizio alla ristrutturazione del vecchio casolare, in particolare ai locali che a suo tempo erano adibiti a stalla del bestiame, per ricavarne alcuni ambienti conformi alle nuove esigenze agrituristiche.

realizzazione glp•WEB